Niente di nuovo sotto il sole… o quasi

marzo 2011Si narra che durante l’assedio di Siracusa nel 213 a.C., Archimede riuscì a sconfiggere la flotta romana del generale Marcello sfruttando l’energia del sole. Grazie a uno specchio concavo composto da centinaia di scudi metallici che riflettevano i raggi solari, Archimede indirizzò il fascio di energia sulle navi nemiche che presero fuoco.

Si tratta chiaramente di un mito, non potendo le tecnologie di allora produrre gli effetti descritti, ma semplicemente disturbare l’equipaggio “accecandolo” ed impedendogli di prendere la mira.

Si narra che durante l’assedio di Siracusa nel 213 a.C., Archimede riuscì a sconfiggere la flotta romana del generale Marcello sfruttando l’energia del sole. Grazie a uno specchio concavo composto da centinaia di scudi metallici che riflettevano i raggi solari, Archimede indirizzò il fascio di energia sulle navi nemiche che presero fuoco.

Si tratta chiaramente di un mito, non potendo le tecnologie di allora produrre gli effetti descritti, ma semplicemente disturbare l’equipaggio “accecandolo” ed impedendogli di prendere la mira. E’ però una testimonianza della consapevolezza del potenziale energetico del sole e della concentrazione dei suoi raggi.

Le moderne tecnologie hanno reso possibile la concentrazione dei raggi solari per la produzione di energia, sfruttando parabole dalle peculiari geometrie, rese brillanti e riflettenti depositando sottili layer metallici utilizzando i processi di deposizione in vuoto.

Kolzer produce impianti di metallizzazione e sputtering di varie dimensioni, fornisce l’esperienza e il know-how necessario ad ottenere le caratteristiche di riflettanza e di resistenza nel tempo indispensabili a rendere le vostre parabole dei veri concentratori solari.

 

Utilizziamo i cookies anonimi per migliorare l'utilizzo del nostro sito