Finitura antibatterica

Nuove Macchine Kolzer per Coating con Superficie Antibatterica E Antivirale Permanente

Studi scientifici hanno dimostrato che questo elemento chimico ha proprietà antibatteriche e antivirali; con le macchine Kolzer si può applicare su tutte le superfici mediante lo Sputtering

Un rivestimento antibatterico in rame, da “sputterare” sulle superfici con cui si entra in contatto quotidianamente, consente di ridurre la trasmissione del Coronavirus (Covid-19).
A dirlo è una ricerca dell’Università di Southampton, nel Regno Unito, secondo cui questo metallo dispone di proprietà antibatteriche. «In questo lavoro abbiamo dimostrato che usare superfici di contatto in rame antimicrobico non solo potrebbe interrompere la catena di contaminazione, ma potrebbe allo stesso tempo ridurre attivamente il rischio di sviluppo di una resistenza agli antibiotici – ha dichiarato al CORDIS il professore Bill Keevil, capo del dipartimento di Sanità ambientale dell'Università di Southampton (qui il link) -. Questo a condizione che si continuino a pulire adeguatamente gli ambienti critici; il rame può essere usato come importante strumento aggiuntivo nella lotta contro i patogeni».

In effetti maniglie di porte e finestre, corrimano, interruttori della luce e pulsanti degli ascensori, per citarne solo alcuni, sono gli oggetti che tocchiamo di più. E specialmente in questo periodo di emergenza, ma non solo, è necessario igienizzarli di continuo, come suggerisce anche l’Istituto Superiore di Sanità nella versione dell’8 maggio 2020 del documento “Indicazioni per la sanificazione degli ambienti interni per prevenire la trasmissione di SARS-COV 2” (qui il link). In ogni caso, come già detto, un rivestimento antibatterico in rame consente di ridurre ulteriormente il rischio della trasmissione del Covid-19.

Proprio per questo Kolzer prosegue nel dare il proprio contributo nel fronteggiare l’emergenza sanitaria che sta colpendo tutto il Mondo. Come? Mettendo a disposizione competenze e macchinari per la deposizione in vuoto di nanoparticelle di rame sulle superfici con le quali si entra in contatto quotidianamente.

«Le macchine Kolzer consentono di applicare un rivestimento antibatterico in rame mediante la tecnica dello Sputtering – ha spiegato Antonio D’Esposito, Direttore di Kolzer -. Il processo è veloce, economico e, soprattutto, eco-friendly. Infatti la lavorazione viene effettuata in vuoto e ciò consente di depositare il metallo su qualsiasi superficie con un’alta efficienza, uniformità e funzionalità».

Attualmente, presso la sede di Cologno Monzese, sono disponibili e pronti all’uso, circa 6 reattori industriali per test e prove.

«Sebbene Kolzer sia una realtà internazionale, siamo molto legati alle nostre origini – ha concluso D’Esposito -. E proprio per questo vogliamo dare il nostro contributo nell’affrontare questo periodo di emergenza sanitaria».