Cromo esavalente

Il triossido di Cromo va definitivamente fuori legge!

Oggi le finiture a base di CrVI possono essere facilmente sostituite dalle tecnologie PVD (Deposizione a Vapore Fisico) che forniscono la stessa qualità, sono economicamente convenienti, sono disponibili per soddisfare la domanda del mercato e approvate da tutte le industrie, anche da quella automobilistica.

Nonostante ciò, dopo la messa al bando di questa sostanza cancerogena da parte della Commissione Europea circa 10 anni fa, era ancora utilizzata in deroga ai regolamenti emanati, sfruttando autorizzazioni specifiche (negli ultimi anni i requisiti normativi per ottenere l'autorizzazione erano diventati sempre più esigenti) contenenti una serie di condizioni difficili da rispettare.

Facendo riferimento al recente comunicato stampa del 22/12/20 di CTACSub (CTAC Submission Consortium), l’utilizzo del triossido di cromo (EC 215-607-8; CAS 1333-82-0) nel settore della cromatura funzionale con carattere decorativo non è stato autorizzato, consentendo l’impiego di questa sostanza limitatamente ad altri campi specifici (aeronautico e passivazione acciaio stagnato), e comunque solo fino al 2024!

Quanto sopra impone di abbandonare al più presto l’utilizzo di questa sostanza pericolosa a favore di tecnologie alternative “eco-friendly” e sostenibili, in grado di garantire livelli qualitativi uguali, se non migliori, delle finiture, a costi inferiori, portando così ulteriore “saving” energetico e benefici per l’ambiente.

KOLZER, grazie anche all’esperienza maturata durante la partecipazione all’Alleanza dei fornitori di PVD (APP - Alliance of PVD Providers), presentando nel 2018 un manifesto presso l’ECHA, si rende disponibile ad accompagnare le Aziende interessate a questa “transizione green” (l'Unione europea si è impegnata a diventare il primo blocco di Paesi al mondo a impatto climatico zero entro il 2050) verso la tecnologia PVD.

Andiamo assieme nel futuro, contattaci

9001 gm it IQNet gm al